Adesione a Nidi Gratis


Con la delibera n. 113 del 18 luglio 2018, il Comune di Gorgonzola aderisce anche per il 2018-2019 a Nidi Gratis, misura promossa da Regione Lombardia con un investimento di 35.125.000,00 € in attuazione della D.G.R. N° XI del 04 aprile 2018 in continuità e ampliamento dell’iniziativa lanciata in misura sperimentale per il 2017-2018.

Si tratta di una delle misure dell´iniziativa “Reddito di autonimia” con cui il capoluogo regionale, pensando alle famiglie in difficoltà prima e dopo la nascita di un figlio e alle famiglie con bambini nell´età della prima infanzia, vuole dare un aiuto concreto ai lombardi. L´obiettivo è quello di sostenere le famiglie vulnerabili sul piano economico e sociale, ma anche quello di facilitare l’accesso ai servizi per la prima infanzia, rispondendo ai bisogni di conciliazione vita-lavoro e favorendo la permanenza, l’inserimento o il reinserimento nel mercato del lavoro, in particolare delle madri.

Concretamente Nidi Gratis prevede, per coloro in possesso dei requisiti, l´azzeramento della retta pagata per la frequenza degli asili nido ammessi alla Misura, ad integrazione dell´abbattimento già riconosciuto dai Comuni. Si ricorda che l’azzeramento riguarderà le rette a partire dal mese di inizio frequenza del nido/micro-nido da parte del bambino, anche nel caso in cui la domanda venga presentata dalla famiglia in un momento successivo (se la famiglia presenta domanda nel mese di ottobre 2018, in caso di ammissione, l’azzeramento potrà applicarsi già a partire dal mese di inizio frequenza, ad esempio settembre 2018).

Nel mese di settembre verrà pubblicato l’Avviso rivolto alle famiglie, che espliciterà le condizioni di ammissione, le tempistiche e le modalità per la presentazione della domanda.

«Come Amministrazione comunale - spiega Nicola Basile, assessore con delega alle politiche per la famiglia e la persona - anche quest’anno aderiamo a Nidi gratis perché la riteniamo una misura importante per sostenere la genitorialità attraverso la qualità dei servizi socio educativi presenti sul nostro territorio».

ALLEGATI