Perché i semafori dopo le 23.00 lampeggiano?


Perché di notte alcuni semafori si spengono e restano lampeggianti?

Perché altri invece funzionano regolarmente?

 

Secondo il nuovo codice della strada il funzionamento degli impianti semaforici a tempi fissi è vietato dalle 23.00 alle 7.00; è consentito quello dei semafori comandati automaticamente dai veicoli, per quelli azionati a richiesta dai pedoni e per quelli coordinati o a più programmi in cui sia previsto uno specifico programma notturno con durata ridotta del ciclo semaforico.

I semafori vengono spenti, lasciando le luci gialle lampeggianti, per motivi di sicurezza. L'alto numero di veicoli che circola durante il giorno rende indispensabile il tradizionale sistema dei tre colori; di notte, con un traffico molto ridotto, c'è il rischio che i semafori non vengano rispettati e che gli automobilisti, vedendo in lontananza un semaforo verde, non rallentino dando per scontato che tutti gli altri rispettino il diritto ad attraversare l'incrocio.

La luce gialla lampeggiante obbliga invece a rallentare e soprattutto a controllare che nessun altro veicolo stia per attraversare l'incrocio. Inoltre, in caso di incidenti in assenza di testimoni è molto difficile stabilire le ragioni e i torti degli automobilisti coinvolti, poiché entrambi possono dichiarare di essere passati con il verde senza possibilità di essere smentiti.
Con i semafori lampeggianti vale invece la regola generale della precedenza a chi viene da destra con riferimento alla segnaletica orizzontale e verticale presente.


In presenza di particolari condizioni di circolazione, con flussi di traffico elevati, o in presenza di sensi unici alternati, o lavori in corso e simili, ogni città può andare in deroga alla norma consentendo il funzionamento degli impianti semaforici tra le 23.00 e le 7.00.


Tutte le domande di pubblica utilità che il cittadino vorrà proporre all'Amministrazione potranno essere inviate all'indirizzo di posta

newsletter@comune.gorgonzola.mi.it

Alcune tra le domande più interessanti e proattive, a discrezione dell'Amministrazione da settembre 2018, saranno pubblicate nella sezione news dell'home page del sito istituzionale comunale.

Qualora il Cittadino desiderasse veder pubblicata nell'articolo anche la propria firma deve esplicitamente autorizzarne la volontà nel testo della domanda.