Ciclabile Gorgonzola-Melzo pronta per Natale


A metà settembre è stato aperto il cantiere per la realizzazione del tratto gorgonzolese della pista ciclabile che collegherà la città a Melzo. Realizzata con il finanziamento di circa 1,5 milioni di euro, comprensivi degli oneri di progettazione, da parte di Tangenziale Esterna SpA, la ciclo-pedonale sarà dotata della predisposizione dell’impianto di illuminazione che l’Amministrazione comunale intende realizzare successivamente nell’ambito dell’operazione di efficientamento energetico.

È già stata realizzata la parte edile strutturale di un tratto di circa 200 metri tra le Cascine San Michele e Santa Maria e si sta procedendo con la costruzione del tracciato, tramite spostamento del fossato, fino all’imbocco con la pista ciclo pedonale esistente al termine del cavalcavia (Lotto 1 Sud). Si procederà poi sull’altro versante di via Parini, al di là della roggia esistente, dopo il primo attraversamento pedonale rialzato e con illuminazione dedicata permanente (Lotto 1 Nord); mentre l’intervento più complesso sarà la costruzione della mini rotatoria al posto della curva a 90° accanto alla zona industriale (Lotto Sud).

Dopo la stipula del contratto a giugno e la consegna delle aree da parte del Comune, l’impresa EcoTecnologie Stradali srl di Gossolengo ha dovuto aspettare metà settembre per la chiusura della disponibilità irrigua da parte del Consorzio Villoresi, insistendo tutte le aree su fondi agricoli.

«Una consistente porzione del territorio di Gorgonzola e di Melzo, – ha spiegato il sindaco Angelo Stucchi – è parte del Parco Agricolo Sud Milano e quindi abbiamo scelto di ritardare di qualche settimana il completamento della ciclopedonale per non compromettere, con l’assenza di irrigazione, i raccolti. I prodotti agricoli e il terreno su cui crescono sono la cornice naturale della ciclopedonale e non potevamo non proteggerli e tutelarli».

La limitazione quasi totale del cantiere ha portato l’impresa a una richiesta di proroga di cosegna al 20 dicembre. Entro tale data mancherà solo il tappetino – finitura prevista secondo progetto o di colore rosso o simile alla pavimentazione esistente – per la cui lavorazione si attenderà una stagione più mite per garantire la qualità dell’intervento.

La pista potrà comunque essere utilizzata perché dotata di tutti i parapetti pedonali previsti per legge a protezione dei fossi e della sede stradale esistente. È stata infatti aggiudicata a fine settembre, all’impresa Orizzonte Verde srl unipersonale, la posa dei parapetti in legno e l’Ufficio Lavori pubblici, compatibilmente con l’approvvigionamento del materiale, si è assicurato che l’installazione venga fatta in coda o comunque contemporaneamente all’ultimazione della costruzione del percorso.

«Stiamo vedendo costruire un’opera pubblica attesa dai cittadini – dichiarano concordi i sindaci di Gorgonzola e Melzo, Angelo Stucchi e Antonio Fusé – perché valorizzerà l’offerta cicloturistica del nord est milanese mettendo in sicurezza, nella memoria di Alessandro De Nicola, un collegamento strategico tra le nostre due città».

ALLEGATI