Coronavirus: raccolta differenziata


Anche in un periodo di emergenza come quello che stiamo vivendo, la raccolta differenziata non si ferma.
Il gestore del servizio di raccolta rifiuti e nettezza urbana CEM Ambiente SpA comunica che, da giovedì 12 marzo fino a data da destinarsi, cambiano le regole di alcuni servizi essendo sospesa, e rimandata a data da destinarsi, la distribuzione massiva e gratuita alle utenze domestiche della fornitura di sacchetti.

La raccolta differenziata prosegue

con alcuni importanti accorgimenti

Garantito il servizio di raccolta porta a porta secondo il calendario in vigore per le tre diverse zone della città
 

PER TUTTI I CITTADINI (tranne quelli in quarantena domiciliare)
  • Fazzoletti usati e mascherine vanno gettati nell’indifferenziato (EcuoSacco)
     
  • SE HAI FINITO GLI ECUO SACCHI
    Per la frazione secca puoi utilizzare qualsiasi sacco semitrasparente. NO SACCHI NERI!
    Il sacco semitrasparente è idoneo anche per il multipak.

SOLO PER I CITTADINI IN QUARANTENA

Non bisogna più fare la raccolta differenziata, come da indicazione dell’Istituto Superiore della Sanità (www.iss.it, sezione coronavirus).
Si devono inserire tutti i rifiuti domestici indifferenziati in un unico sacchetto e mettere il tutto in un secondo sacchetto (ecuo sacco) che va esposto ben chiuso il giorno della raccolta del secco. Non è necessaria alcuna etichetta o altro elemento identificativo.
Gli ecuosacchi, alle persone in quarantena, sono consegnati direttamente dalla Protezione civileo dalla Polizia Locale.
 

CORONAVIRUS.
Fermiamolo insieme. Resta a casa.

ALLEGATI