Demolizione della torre pensile dell′acquedotto


Gruppo CAP e l’Amministrazione Comunale procederanno allo smantellamento della torre oramai obsoleta in totale sicurezza per i cittadini. I lavori inizieranno a metà aprile.

 

La torre pensile dell’acquedotto di Gorgonzola sarà demolita in modo sicuro per gli abitanti della zona e di tutti i cittadini del Comune. I lavori, decisi dall’Amministrazione Comunale insieme a Gruppo CAP, partiranno il 19 aprile 2021, e dureranno circa un mese.

Gli ingegneri di Gruppo CAP hanno effettuano le analisi sulla torre ed è risultata una evidente obsolescenza della struttura per altro da tempo in disuso. La torre rappresenta un punto di riferimento per lo skyline di Gorgonzola e molti cittadini vi sono affezionati; per queste ragioni sono state vagliate diverse soluzioni per comprendere se fosse possibile preservare la struttura, compreso il restauro del serbatoio, che si è rivelato non percorribile, perché ogni operazione di rilievo sulle strutture portanti potrebbe comprometterne la tenuta. La scelta della demolizione, per quanto presa a malincuore, è l’unica possibile.

I lavori per l’abbattimento della torre di via Buonarroti si svolgeranno a partire dal giorno lunedì 19 aprile 2021 e si concluderanno, salvo imprevisti, entro sabato 22 maggio 2021. Si tratterà di un intervento complesso, che prevede l’utilizzo di macchinari di grandi dimensioni: ai residenti nei dintorni verranno inviati avvisi dettagliati sulle procedure di sicurezza da adottare durante lo svolgimento dei lavori.

Il cantiere occuperà parte della via Buonarroti, di conseguenza, sarà necessario modificare la viabilità di alcune arterie cittadine: la stessa via Buonarroti, via Milano, via Parini, via del Parco. Le chiusure al traffico e i percorsi alternativi verranno condivisi nelle prossime settimane con la Polizia Locale. Gruppo CAP e l’Amministrazione Comunale stanno operando di comune accordo, con l‘impegno di fornire ai cittadini tutte le informazioni utili e di limitare per quanto possibile i disagi alla circolazione e alle persone residenti nella zona.