495.000 euro per le Scuole secondarie di 1° grado


Approvati gli interventi di riqualificazione e manutenzione straordinaria dei plessi di via Mazzini 41 e Umbria 1

 

L’emergenza da Covid-19 ha posto anche il mondo della scuola davanti a prove inaspettate e scelte difficili. L’Amministrazione comunale, volendo mantenere efficienti i propri edifici scolastici e garantire la sicurezza e il benessere di alunni e personale scolastico, ha approvato una serie di interventi destinati alle Scuole di via Mazzini 41 e via Umbria 1.

Oltre 65.000 euro l’avanzo di bilancio destinato alle opere di manutenzione; pari a 430.000 euro i costi per la riqualificazione delle scuole medie inserita nel Programma Triennale delle Opere Pubbliche 2022-2024, elenco annuale 2022, adottato con deliberazione di G.C. n. 153 del 22.10.2021 .

Obiettivo prendersi cura di entrambi i plessi di proprietà comunale migliorandone gli spazi interni ed esterni ma anche l’efficientamento energetico nell’ottica di poter ottenere le risorse previste dal PNRR Istruzione con particolare riferimento alle linee di finanziamento “Potenziamento infrastrutture per lo sport a scuola” e “Messa in sicurezza e riqualificazione scuole”.

Per la Scuola secondaria di 1° grado “Leonardo da Vinci”, nel giardino sul fronte via Mazzini-piazza Giovanni XXIII, il progetto di riqualificazione prevede la realizzazione di nuove attrezzature sportive e aree ricreative all’aperto.

Le opere di manutenzione straordinaria invece mirano a risolvere alcune criticità legate al decoro e alla funzionalità degli spazi esterni con i seguenti interventi:

  • verniciatura della cancellata esterna;
  • rimozione dei tubolari metallici che fungevano da portabiciclette a fronte dell’installazione della nuova struttura dedicata;
  • realizzazione di una nuova area ecologica con relativo cancello di accesso e telo oscurante per mascherare il deposito dei contenitori per la raccolta differenziata;
  • verniciatura della facciata d’ingresso con sostituzione dell’illuminazione per una miglior efficacia e minori consumi;
  • realizzazione di 2 nuovi pluviali per lo scarico delle acque meteoriche dal tetto del lato nord-est con i relativi pozzetti.

Per quanto riguarda gli spazi interni, invece, è attualmente in corso l’ampliamento dell’edificio dell’Accademia Formativa Martesana Gorgonzola che, restituendo aule e altri locali seminterrati alla Secondaria di 1° grado, renderà necessaria la loro ristrutturazione e riorganizzazione per poterne usufruire a partire dal prossimo anno scolastico 2022-2023.

«Si è manutenuto l’impegno di restituire all’IC Rita Levi Montalcini spazi che tempo fa erano stati dati in uso ad AFMG – ha dichiarato Ilaria Scaccabarozzi, vicesindaco con delega all’istruzionespazi che alla scuola servono soprattutto di questi tempi. Investire nell’edilizia scolastica continua a essere una delle nostre priorità per migliorare la qualità dell’ambiente scuola considerato anche che la fascia dagli 11 e ai 13 è stata tra le più colpite dalle conseguenze della pandemia».

Anche per la Scuola secondaria di 1° grado “Molino Vecchio” si vuole rispondere all’esigenza emersa con la pandemia di rendere disponibili spazi all’aperto come luogo di apprendimento (didattica outdoor) e aggregazione tra i ragazzi. Per questo motivo, oltre ad affrontare il deterioramento del muretto della cancellata, l’intervento più consistente, escluso dall’autorizzazione paesaggistica, riguarda la sistemazione delle gradinate dell’anfiteatro con la realizzazione di una copertura a protezione della struttura. Sarà inoltre predisposta una piantumazione che garantisca refrigerio e ombra alle gradinate affinché questo spazio possa essere sfuttato dai ragazzi anche nelle giornate più calde.

Infine per migliorare le condizioni di efficientamento energetico del plesso di via Umbria 1, è in programma la realizzazione di un nuovo rivestimento di facciata a cappotto su tutto l’edificio.

La maggior parte dei lavori verrà realizzata nell’estate 2022 al termine delle lezioni, anticipando ai prossimi mesi quelle lavorazioni esterne che non intralceranno il regolare svolgimento delle attività scolastiche.

«Continueremo a investire anche nella manutenzione degli edifici scolastici sia perché fanno parte del nostro patrimonio, sia perchè gli spazi della scuola sono necessari a sostenere e mostrare l’impegno con cui la nostra città investe sulla generazione chiamata a modellare il Paese dopo il tempo della pandemia – ha dichiarato il sindaco Angelo Stucchi. – L’emergenza ha costretto il mondo della scuola a rimodellarsi velocemente introducendo la didattica a distanza e valorizzando ancora di più l’uso di spazi all’aperto. Non possiamo permetterci di aspettare la costruzione di nuove scuole che soddisfino queste esigenze».

«Arriveremo presto a formulare una nuova offerta di edilizia scolastica – ha concluso il primo cittadino – ma ora dobbiamo sostenere chi ha visto limitato il tempo della scuola fornendo spazi efficienti e funzionati il più possibile. I nostri ragazzi e le nostre ragazze non possono aspettare, il tempo in cui formarsi è questo e noi siamo chiamati a dare qualità a questo loro presente».