Casi invariati ma regole da rispettare


Devo dirvi che ho atteso con un po’ d’ansia l’arrivo del file con i dati del monitoraggio sanitario sul COVID 2019  e che respiro di sollievo, quando ho letto che il numero non è variato. Restano 2 i nostri concittadini positivi al corona virus.
I numeri in queste ore sono cresciuti in maniera importante e la Lombardia è chiusa per effetto del DPCM dell'8 marzo, perciò avevo un po’ di timore nell’aprire il file inviato da ATS Regione Lombardia.

Nonostante questo non crescere nel numero , mi capita spesso di pensare a questi nostri due concittadini  e all’inedita situazione che stanno vivendo e alle loro paura di non farcela.
Spero che mi venga presto inviato almeno un loro recapito per poter dire a loro o ai loro familiari che la nostra città tutta li è vicina.

Devo anche dirvi che nonostante i nostri inviti a limitare al massimo le uscite dalle nostre case, a ridurre il più possibili le nostre relazioni sociali, le nostre strade, le nostre piazze, i nostri parchetti e altri luoghi della città sono troppo “pieni” di  persone.

Più volte siamo stati richiamati a ridurre la nostra socialità, le nostre attività, perché tutto questo è risultato efficace nel contrasto alle diffusione del virus.
Per quanto potete vi chiedo di ricordare e di invitare a limitare al minimo indispensabile in nostro stare nei luoghi della città e a evitare di formare gruppi di persone.

Angelo Stucchi
Sindaco di Gorgonzola


7 marzo - Invariato il numero di contagi
6 marzo - Nessun nuovo caso a Gorgonzola
5 marzo - Salgono a due i casi di coronavirus
4 marzo - Un caso di coronavirus in città