Dolore condiviso in una citta′ che si dimostra comunita′


Quando si espongono le bandiere a mezz’asta significa che il dolore è così forte che deve essere condiviso con la città a cui appartieni e con il Paese di cui sei suo popolo».

Ricordiamo Roberto, Francesco, Eugenio, Francesca, Attilio che questa pandemia ha tolto alle loro famiglie che non hanno neppure potuto dargli l’ultima carezza, l’ultimo bacio e come loro tanti altri italiani e italiane, troppi.

Non so come reagiremo a questo dolore a questa dura prova che anche Gorgonzola sta vivendo.

Vedo però tanti segni di vicinanza e di auto aiuto, sento chi opera il prima linea determinato a dare ancora di più del tanto già dato, percepisco la solidarietà che cresce sempre più, scorgo una condivisione forte con il dolore vissuto da chi è stato colpito dal virus.

Siamo ricchi di queste persone appassionate, straordinariamente operose e attive nella costruzione della nostra comunità, che anche ora si prendono cura dei tanti aspetti del vivere insieme.

Questa è la nostra forza, la forza che ci farà uscire più forti da questa emergenza.

Guardano al tricolore oggi esposto a mezz’asta e ricordando questi nostri cinque concittadini insieme agli altri italiani deceduti, scorgo una città che sta soffrendo ma che nel dolore sta cambiando, perché vuole essere ancora più una comunità di uomini e donne solidali tra loro.

Angelo Stucchi
Sindaco di Gorgonzola