Coronavirus: i dati del 15 aprile


Più volte ho sottolineato come sia complesso collegare nel tempo i dati di questo report.

Innanzitutto per la fonte. Quando si è iniziata la loro pubblicazione ci si riferiva a un report inviato dalla Direzione generale ATS Milano, poi a un file inviato dalla Prefettura di Milano e da ultimo al portale di ATS Milano Unità di Epidemiologia.

Per la tipologia. Le classificazioni sono variate nel tempo: ricoverato, dimesso, domicilio, contatto stretto, deceduto, caso a cui si è aggiunto caso clinico e caso positivo.

I contenuti. Dalla scorsa settimana in questo portale non sono più riportate le persone che “escono” dal CoVid-19 o perché guariti, a seguito di doppio tampone negativo, o perché hanno terminato la quarantena o perché deceduti.

Quanto avviene nei territori. Sottoporre finalmente a tampone le persone in quarantena domiciliare ridurrà notevolmente questo numero testimoniando così come, nel nostro caso, sia in corso una riduzione dei contagi rispetto all’inizio del mese di marzo.

Detto ciò risulta di scarsa utilità legare tra di loro questi dati per interpretare come il CoVid-19 si è manifestato nella nostra città perché non ne dà un quadro esatto. Ad altri spetterà attraverso una raccolta corretta del dato, rappresentare quanto accaduto ed esprimere giudizi veritieri.

Certo si può però dire che negli ultimi giorni è avvenuto un rallentamento dei contagi. Questo però non ci deve rilassare nel nostro impegno contro la diffusione del virus.

Di seguito i dati estratti dal  portale di ATS Milano Unità di Epidemiologia.

Mercoledì 15 aprile:

  • 18 persone positive al Covid-19 ricoverate presso strutture ospedaliere.
  • 59 persone positive al COVID-19 in quarantena domiciliare.
  • 34 persone con contatto stretto di persona positiva al COVID-19 in quarantena domiciliare.
  • 10 persone decedute.

Un saluto a tutte e a tutti.

Angelo Stucchi
Sindaco di Gorgonzola