Coronavirus: i dati del 18 aprile


Marta, infermiera a Bergamo, sul suo profilo Whatsapp scrive questa frase: «LA PRIMAVERA RUBATA TORNERÀ», un chiaro riferimento a queste settimane…


«La primavera non è solo una stagione, ma è anche un’idea che mi piace molto. Un’idea che ho fatta mia dopo uno dei miei primi viaggi di volontariato, che risale ormai a quasi dieci anni fa, in una città che si chiama proprio così e si trova nel nord-est del Brasile».

«Primavera secondo me è un modo di essere, uno stato d’animo: significa voler ricercare la novità, la bellezza e la vita in ogni cosa. 
Effettivamente questa pandemia ci ha messo di fronte a una situazione tale per cui questa rinascita continua è stata quasi bloccata, sicuramente limitata. 
Ma io spero vivamente che la primavera possa tornare e anzi devo ammettere che in questa situazione drammatica sono riuscita a trovare tante ‘primavere’ proprio nelle persone con cui mi relaziono al lavoro tutti i giorni».

Sì, anche a Gorgonzola "la primavera rubata tornerà".

I dati estratti dal portale di ATS Milano Unità di Epidemiologia.

Sabato 18 aprile:


  • 19 persone positive al Covid-19 ricoverate presso strutture ospedaliere.
  • 79 persone positive al COVID-19 in quarantena domiciliare di cui:
    • 15 persone in quarantena domiciliare presso l’Istituto Vergani e Bassi;
    • 7 persone in quarantena domiciliare presso RSA del territorio.

  • 30 persone con contatto stretto di persona positiva al COVID-19 in quarantena domiciliare.

  • 10 persone decedute


Angelo Stucchi
Sindaco di Gorgonzola