Coronavirus: i dati del 19 aprile


Tutto questo ‘’stare fermi’’ in casa ha avviato un processo di riscoperta di noi stessi, una preoccupazione sul futuro che ci chiederà modi nuovi di fare le cose e il rimpianto di un tempo passato, quello senza il virus.
Un mix tra passato, presente e futuro.

Così il passato con i suoi modi di vivere già si fonde con il futuro, c’è spazio per i nonni di imparare ad usare la tecnologia per salutare i nipoti e ai giovani è dato lo spazio per fare memoria di un tempo forse perduto, quello scandito dalla natura.
Tutto in questi giorni si mescola e l’urgenza di avvicinare le generazioni più distanti sarà una delle sfide da percorrere.

In questo cammino prossimo non avremo a fianco molti di questi “nonni” deceduti a causa del CoVid-19 che con il loro lavoro, ingegno e i loro sacrifici hanno fatto grande il nostro Paese distrutto dalla violenza di una guerra mondiale.
Il loro ricordo e il nostro grazie ci accompagnerà in questo cammino.
 
I dati di domenica 19 aprile estratti dal  portale di ATS Milano Unità di Epidemiologia.

  • 19 persone positive al Covid-19 ricoverate presso strutture ospedaliere.
  • 79 persone positive al COVID-19 in quarantena domiciliare di cui:
    • 15 persone in quarantena domiciliare presso l’Istituto Vergani e Bassi
    • 7 persone in quarantena domiciliare presso RSA del territorio.
  • 27 persone con contatto stretto di persona positiva al COVID-19 in quarantena domiciliare.
  • 10 persone decedute.

 

Angelo Stucchi
Sindaco di Gorgonzola