I vincitori di ″Giornalisti per un giorno 2020″


Se le scuole e gli stadi chiudono, le menti restano libere di correre.

Alla luce delle restrizioni imposte dalle autorità sanitarie nazionali, causate dall’emergenza da covid-19, che dal 23 febbraio 2020 in Lombardia hanno interrotto bruscamente sia la stagione sportiva che l’anno scolastico 2019/20, l’A.S Giana Erminio si è vista costretta a prendere atto della definitiva sospensione delle lezioni in aula e delle competizioni sportive amichevoli per l’anno scolastico in corso e di conseguenza a modificare il progetto “La Giana a Scuola @Gruppo CAP” 2019/20.

Giornalisti per un Giorno

È rimasto attivo il progetto “Valori in campo – Giornalisti per un Giorno: Come lo sport ci insegna a diventare Grandi”, riservato agli alunni delle scuole secondarie inferiori di Gorgonzola, che sono stati invitati a redigere un testo in base alle domande e alle risposte sugli argomenti affrontati durante le visite a scuola dei calciatori testimonial della Giana Erminio effettuate nei mesi di gennaio e febbraio 2020.
La cerimonia di premiazione degli autori dei tre migliori elaborati, che si sarebbe dovuta svolgere nel mese di maggio durante il 5° Memorial Erminio Giana – Gruppo CAP Day, si terrà sul campo da gioco dello Stadio Città di Gorgonzola, prima del calcio d’inizio della prima partita in casa APERTA AL PUBBLICO del campionato 2020/21. I tre vincitori saranno poi invitati a partecipare alla conferenza stampa post partita, per mettere in pratica sul campo la propria capacità giornalistica e fare qualche domanda al mister e ai giocatori che interverranno, al pari dei “colleghi” giornalisti sportivi che avranno accanto.
 

I VINCITORI
 

1ª classificata: Veronica Iseppi – classe 2ªA – Istituto Maria Immacolata

Motivazione: elaborando le testimonianze dei calciatori intervenuti a scuola, ha saputo indagare a fondo e in maniera particolarmente significativa gli aspetti valoriali dello sport, dal punto di vista fisico, etico e sociale, ponendo interessanti spunti di riflessione sulla complessità degli obiettivi da porsi e sui vari aspetti racchiusi all’interno di una vittoria e di una sconfitta. È riuscita a illustrare i parallelismi tra la pratica sportiva e la vita di tutti i giorni, dove la stanchezza e la delusione viaggiano a stretto contatto con il divertimento e la partecipazione, cogliendo altresì pienamente il valore del confronto con i compagni e con gli avversari. Ha infine sottolineato il legame tra l’attività sportiva e il benessere globale dell’individuo, che non può essere disgiunto dalla salvaguardia ambientale. Ha infine reso molto bene, con le proprie considerazioni personali, le emozioni provate dagli alunni e quelle trasmesse dai calciatori.

Leggi l’elaborato di Veronica Iseppi


2ª classificata: Elena Lolla – 3ªD – IC Molino Vecchio

Motivazione: partendo da una passione personale, ha approfondito in maniera attenta e originale l’aspetto più etico dello sport, evidenziando come spesso possa risultare distante da quello che è lo spettacolo trasmesso in tv. Con esempi concreti è riuscita ad illustrare i più alti valori della competizione sportiva, che sono rappresentati dalla lealtà e dal rispetto: verso se stessi, verso gli avversari e soprattutto verso l’arbitro. Ha dimostrato di comprendere e di saper illustrare molto bene come i valori dello sport, se rispettati, ci aiutano davvero a diventare Grandi.

Leggi l’elaborato di Elena Lolla


3ª classificata: Simone Sartirana – 3ªC – Secondaria Inferiore Leonardo da Vinci – IC Montalcini

Motivazione: ha interpretato nella sua interezza il carattere giornalistico del lavoro proposto dal progetto, scegliendo le domande poste da tutti gli alunni e le risposte del calciatore testimonial intervenuto a scuola, realizzando in tal modo quella che a tutti gli effetti è una vera e propria intervista. Il lavoro è stato poi completato con delle considerazioni che mostrano il frutto di una riflessione personale.

Leggi l’elaborato di Simone Sartirana