Notifica atti - Messi notificatori

Servizio attivo

L'attività di notificazione è un atto fondamentale dei processi in quanto dà la conoscenza legale di un provvedimento mediante la consegna di un atto, da parte di un particolare soggetto notificatore.


A chi è rivolto

A tutta la cittadinanza e alle persone giuridiche destinatari di provvedimenti di notificazione.

Descrizione

L’ufficio messi gestisce gli atti che inviano gli uffici comunali e altre pubbliche amministrazioni per la consegna agli interessati presso le loro residenze o domicili. Nel caso non si riesca ad effettuare la notifica presso la residenza (per momentanea assenza del destinatario e in mancanza di persone abilitate al ritiro degli stessi) le notifiche vengono depositate in busta chiusa presso la casa comunale, dandone notizia all’interessato tramite un avviso lasciato all’abitazione nel momento del tentativo di consegna non andato a buon fine, e successivamente inviato tramite raccomandata con avviso di ricevimento, affinché la persona interessata possa venire a conoscenza del procedimento che la riguarda e conseguentemente provvedere successivamente ad effettuare il ritiro presso la casa comunale.
Presso l’ufficio vengono inoltre depositati gli atti da parte dell’Ufficiale Giudiziario e dai messi delle esattorie (Agenzia delle Entrate – Riscossione).

Il messo comunale inoltre provvede alla pubblicazione all’albo pretorio dei documenti inviati da altre amministrazioni o da uffici comunali che ne facciano esplicita richiesta, rilasciando quando prevista attestazione di avvenuta pubblicazione.

Come fare

Al fine di provvedere al ritiro dell’atto la persona interessata, non reperita al proprio domicilio, deve presentarsi personalmente allo sportello con un documento d’identità e se possibile con l’avviso ricevuto riguardante il deposito dell’atto.
È possibile delegare un’altra persona compilando una delega al ritiro dello specifico atto con allegata copia del documento d’identità del delegante.
È necessario recarsi allo sportello Notificazioni/Messi situato al piano terra del la sede storica del palazzo comunale (Via Italia 62)  durante gli orari di apertura al pubblico.

Cosa serve

  • Documento d'identità in corso di validità.
  • Avviso di notifica lasciata dal messo notificatore in assenza recante gli estremi dell'atto da ritirare.
  • In caso di delega copia del documento di identità del delegante.

Cosa si ottiene

La notifica di un atto produce i suoi effetti al momento:

  • della sua consegna al destinatario o alla persona legittimata al ritiro;
  • del rifiuto della consegna al destinatario o alla persona legittimata al ritiro;
  • della data dell'invio della raccomandata A.R. (e non dal momento del ritiro dell'atto).

Nel caso di irreperibilità assoluta del destinatario (cioè quando non esiste la persona all'indirizzo indicato sull'atto), l'atto produrrà i suoi effetti il ventesimo giorno successivo alla data di notifica coincidente con il deposito presso la Casa comunale.

Tempi e scadenze

Il Messo comunale può notificare un atto presso l'abitazione del destinatario tutti i giorni della settimana, non prima delle ore 07:00 e non dopo le ore 21:00.

Il Messo comunale può recarsi presso il luogo di lavoro, nel caso fosse noto, oppure consegnarlo al destinatario, ovunque lo trovi, purchè sia nel territorio comunale.

Il Messo comunale deve sempre rispettare le scadenze che sono imposte dagli Enti che hanno emesso l'atto e richiesto la notifica.

Quanto costa

Nessuna spesa è prevista per il ritiro degli atti in deposito.

Vincoli

In caso di irreperibilità del destinatario, il Messo comunale:

  • lascia un avviso in busta chiusa e sigillata presso l'abitazione;
  • deposita la copia in busta chiusa e sigillata presso la Casa comunale;
  • invia l'avviso uguale a quello lasciato presso l'abitazione con raccomandata A.R.

Il Messo comunale non notifica atti per soggetti privati la cui competenza è dell'ufficiale giudiziario.

Accedi al servizio

Ulteriori informazioni

La competenza territoriale del Messo comunale coincide con il Comune di appartenenza, indipendentemente dal procedimento notificatorio adottato. La notificazione eseguita senza l'osservanza di questo limite di competenza è nulla. Il Messo comunale è tenuto a notificare tutti gli atti emessi dalla propria Amministrazione e dalle altre Amministrazioni Pubbliche individuate all'art. 1, comma 2 del D.Lgs. 165/2001, come previsto dall'art. 10 della L. 265/1999.

Argomenti:

Ultimo aggiornamento: 27/01/2024, 21:09

Quanto sono chiare le informazioni su questa pagina?

Rating:

Grazie, il tuo parere ci aiuterà a migliorare il servizio!

Quali sono stati gli aspetti che hai preferito? 1/2

Dove hai incontrato le maggiori difficoltà?1/2

Vuoi aggiungere altri dettagli? 2/2

Inserire massimo 200 caratteri
Icona