Mobilità alloggiativa Servizi Abitativi Pubblici S.A.P.

Servizio attivo

Cambio alloggio all'interno del patrimonio S.A.P. del Comune di Gorgonzola biennio 2023/2025.


A chi è rivolto

Possono inoltrare domanda di cambio alloggio i conduttori in possesso dei seguenti requisiti:

  • essere titolare di un contratto di locazione di un alloggio S.A.P. di proprietà comunale, e sia trascorso almeno 1 anno dal provvedimento di assegnazione dell’unità abitativa o dalla data di autorizzazione di una precedente mobilità;
  • essere in possesso dei requisiti di permanenza nell’assegnazione di cui al Regolamento Regionale n. 4/2017 e s.m.i.;
  • essere in regola coi pagamenti dei canoni di locazione e degli oneri accessori; ovvero in caso di morosità, la richiesta potrà essere accettata solo se l’assegnatario effettui il pagamento della morosità o sottoscriva un piano di rientro. Quest’ultimo dovrà essere sottoscritto nel pieno rispetto del regolamento generale delle Entrate comunali approvato con Delibera di Consiglio Comunale nr. 124 del 30/12/2021.

I requisiti succitati devono sussistere alla data di presentazione della domanda e al momento della verifica dei requisiti, e comunque prima della mobilità.

Come fare

Presentare istanza di mobilità alloggiativa nei periodi stabiliti dal bando (FEBBRAIO, GIUGNO E OTTOBRE) DI CIASCUN ANNO NEL BIENNO 2023/2025 consegnando modulistica all'Ufficio Protocollo c/o Ufficio Polifunzionale.

Cosa serve

Documentazione comprovante le condizioni dichiarate in domanda di mobilità.

Cosa si ottiene

L'inserimento in graduatoria valevole ai fini del cambio alloggio all'interno del patrimonio S.A.P. comunale.

Tempi e scadenze

L'istanza di mobilità abitativa sarà valutata utilizzando i criteri di priorità all'art. 4 del Regolamento distrettuale  Prima di procedere all'assegnazione , le domande verranno  sottoposte alla verifica dei  requisiti per la permandenza dell'assegnazione e delle condizioni dichiarate nella domanda da parte dell'Ufficio Emergenze Abitative e dall'Ufficio Patrimonio per quanto riguarda la parte contabile (pagamento canone di locazione, spese condominiali).

Una commissione valuterà l'ammissibilità, delle domande di mobilità alloggiativa.

L'assegnazione degli alloggi per mobilità avverrà sulla base della graduatoria, tenuto conto delle caratteristiche e dimensioni degli alloggi disponibili per il cambio alloggio.

Procedure collegate

A seguito dell'accogliemento  della domanda, nel rispetto della graduatoria, l'ente proprietario propone al nucleo richiedente un alloggio di superficie idonea alla composizione del   nucleo familiare. L'idoneità dell'alloggio è definita in base alla tabella di cui all'art.9, comma 2 del Regolamento Regionale 4/2017 e s.m.i.

Vincoli

Assenza parziale o totale dei requisiti per l'ammissibilità al bando.

Casi particolari

In deroga alla graduatoria e senza attribuzione di punteggio sono previste le seguenti fattispecie di Mobilità abitativa:

  • cambi consensuali, non contrastanti con un efficiente utilizzo del patrimonio residenziale;
  • per interventi di manutenzione straordinaria, risanamento conservativo, ristrutturazione edilizia, sicurezza pubblica e degrado ambientale;
  • gravi e documentate necessità del richiedente o del relativo nucleo familiare che di seguito si elencano:
    • nuclei familiari che risiedono in alloggi in condizioni di inagibilità/antigienicità (certificati dagli enti preposti)
    • problemi d’incolumità personale causati da ragioni di sicurezza o di gravi incompatibilità e situazioni insostenibili nei rapporti con il vicinato (certificati dall’autorità giudiziaria o attraverso idonea documentazione rilasciata dalle FF.OO.)

Accedi al servizio

Ulteriori informazioni

In caso di rifiuto o di mancato riscontro all'offerta entro 5 giorni lavorativi dalla visione dell'alloggio, l'ente proprietario provvede alla cancellazione della domanda dalla graduatoria.

Se il rifiuto dell’alloggio offerto è motivato da gravi e giustificate ragioni, quali ad esempio l’accessibilità, la mancanza dei servizi di assistenza in relazione a gravi e documentate condizioni di salute ecc., l’ente proprietario procede ad una seconda offerta. Qualora venga rifiutata anche la seconda offerta, previo preavviso, provvede a cancellare la domanda dalla graduatoria.

In tutti i casi di rinuncia al cambio, ovvero di rifiuto dell’alloggio offerto, anche non formalmente esplicitati, e di cancellazione della domanda dalla graduatoria, la presentazione di una nuova domanda è consentita purché siano decorsi almeno dodici mesi.

Condizioni di servizio

Per conoscere i dettagli di scadenze, requisiti e altre informazioni importanti, leggi i termini e le condizioni di servizio.

Contatti

Unità Organizzativa responsabile
Argomenti:

Ultimo aggiornamento: 22/03/2024, 16:33

Quanto sono chiare le informazioni su questa pagina?

Rating:

Grazie, il tuo parere ci aiuterà a migliorare il servizio!

Quali sono stati gli aspetti che hai preferito? 1/2

Dove hai incontrato le maggiori difficoltà?1/2

Vuoi aggiungere altri dettagli? 2/2

Inserire massimo 200 caratteri
Icona